• ERA UN TUMORE, MA I MEDICI NON SE NE SONO ACCORTI IN TEMPO: ANCORA UNA MORTE INUTILE ALL'OSPEDALE DI SARONNO (VA)

    HO AVUTO IL PERMESSO DI RACCONTARVI LA STORIA DELLA MAMMA DELLE MIE AMICHE MORTA A LUGLIO DEL  2006 . ANCHE LEI RICOVERATA ALL'OSPEDALE DI SARONNO E DECEDUTA PER INCOMPETENZA MEDICA.
    LEI, UNA DONNA ALTA ALMENO 1,85 CON DELLE GUANCE ROSSE (TIPICO DELLE DONNE VENETE DI ALTRI TEMPI),
    UNA VITA DIFFICILE E UNA MORTE TERRIBILE.GLI ERA STATO DIAGNIOSTICATO UN TUMORE AL SENO, PRESO IN TEMPO DICEVANO I MEDICI, NON CERTO PER MERITO DEI SANITARI CHE LE DICEVANO "SIGNORA SE LE FA MALE UN SENO NON E' CERTO GRAVE, PERCHE' SE ERA UN TUMORE ERA INDOLORE" INVECE ERA PROPIO QUELLO.
    LE STATO TOLTO CON UN INTERVENTO, LE STATA PRESCRITTA UNA PASTIGLIA ED E' STATA DIMESSA. LE FIGLIE PREOCCUPATE PER LA SALUTE DELLA LORO MAMMA CHE NON SEMBRAVA PER NIENTE MIGLIORARE LE HANNO FATTO FARE VARIE VISITE, ESAMI, CONTROLLI. MA I MEDICI NON VEDEVANO NULLA DI GRAVE, DICEVANO HA LA BRONCHITE CRONICA E GLI PRESCRIVEVANO ANTIBIOTICI SU ANTIBIOTICI. UN GIORNO LE FIGLIE HANNO SAPUTO DA UN'AMICA (NON DAI VARI MEDICI) DI QUESTO CENTRO PER LA RIABILITAZIONE DEL RESPIRO A MIAZZINA. HANNO DECISO DI PORTARLA LA. IL MEDICO DEL POSTO (UNICO) VEDENDO LE LASTRE, PRECEDENTEMENTE GIA' DIAGNIOSTICATE DA DUE PNEUMOLOGI E UN CARDIOLOGO, HA DETTO " SIGNORE QUI' C'E QUALCOSA CHE NON VA E' NON E' BRONCHITE. INTANTO ALLA MAMMA GLI ERA ANDATA GIU' LA VOCE E FACEVA FATICA A RESPIRARE.
    L'ANNO PORTATA A CASA, POI IN OSPEDALE (A SARONNO). LE RAGAZZE PARLANO CON I SANITARI E GLI FANNO NOTARE CHE NELLE LASTRE C'E QUALCOSA CHE NON HANNO VALUTATO BENE............" OPS VOSTRA MADRE A DUE MESI DI VITA ".  E' STATA DIMESA E RICOVERATA TRE VOLTE, HANNO DOVUTO PORTARE A CASA L'OSSIGENO, HANNO VISTO LA MADRE SPEGNERSI LENTAMENTE NEL REPARTO DI ONCOLOGIA DOVE IL TATTO E L'AMORE PER LA VITA NON HA UN SENSO, DOVE LE MIE AMICHE SI DAVANO IL CAMBIO PER NON L'ASCIARLA IN BALIA DI ALCUNI INFERMIERI CHE L'ANNO LASCIATA SENZA OSSIGENO, DOVE I MEDICI NON SONO MAI STATI PRESENTI, E QUANDO LO ERANO LA PRESUNZIONE ERA AL PRIMO POSTO.
     
    E' MORTA IN UN LETTO DAVANTI A TUTTI SENZA UN  MINIMO RISPETTO PER CHI STA SCALCIANTO PER NON MORIRE, SENZA UNO SGUARDO DI COMPASSIONE DAL PERSONALE DI TURNO PER LE PERSONE CHE SE NE VANNO E PER QUELLE CHE RESTANO. IL NOME DI QUESTA DONNA ERA SILVANA SACCAROLA E AVEVA 67 ANNI

    Tags Tags : , , , , ,
  • Commentaires

    1
    Vendredi 25 Janvier 2008 à 20:13
    Perchè approfondire
    Che tristezza leggere...Ecco perchè riteniamo sia importante prima di tutto studiare, approfondire, informare il malato dei suoi diritti perchè li reclami in tempo e sia aiutato a fronteggiare i casi di malasanità. Un saluto dal Centro di Studio per la Difesa del Malato www.difesamalato.it
    • Nom / Pseudo :

      E-mail (facultatif) :

      Site Web (facultatif) :

      Commentaire :


    2
    Vendredi 25 Janvier 2008 à 20:13
    Perchè approfondire
    Che tristezza leggere...Ecco perchè riteniamo sia importante prima di tutto studiare, approfondire, informare il malato dei suoi diritti perchè li reclami in tempo e sia aiutato a fronteggiare i casi di malasanità. Un saluto dal Centro di Studio per la Difesa del Malato www.difesamalato.it
    3
    antonello d'onofrio
    Samedi 3 Mars 2012 à 00:20
    URGENTE
    salve,ho avuto modo di leggere ora questo post,e ovviamente ogni commento....è inutile,non posso che esprimere cordoglio e dispiacere anche a distanza di anni,io però mi rivolgo alle figlie di questa signora,avrei bisogno URGENTEMENTE di comunicare con voi,il perchè ve lo spiegherò in privato,vi prego se potete contattatemi via Email,forse le nostre unioni possono cambiare qualcosa. distinti saluti Antonello d'Onofrio
    Suivre le flux RSS des commentaires


    Ajouter un commentaire

    Nom / Pseudo :

    E-mail (facultatif) :

    Site Web (facultatif) :

    Commentaire :